Discorso del presidente Carlo Augusto Dal Miglio durante il Pranzo di Natale

010 a_2.preview_0_3.JPG

Saluto di Buon Natale 2017 e Anno Nuovo 2018

Cari Soci, non posso rivolgermi a voi, senza ricordare la cara e cordiale figura del nostro Sindaco Fabrizio Cardarelli, che ci ha lasciato alcuni giorni fa. Ricordiamo con affetto la Sua figura ed il Suo modo di porsi, con quella franchezza e con il suo modo diretto nell’affrontare i problemi e nel cercare di risolverli. E’ una perdita che tocca sul piano umano la famiglia, gli amici, i collaboratori diretti, i suoi amati studenti e lascia la guida della nostra Città in un momento particolarmente difficile per le conseguenze che si sono avute a seguito del terremoto. Noi lo piangiamo anche in veste di Socio, in quanto come Primo Cittadino di Spoleto, era di diritto fra noi come Socio fondatore della nostra Associazione. Rivolgo un augurio di buon lavoro alla Prof.ssa Maria Elena Bececco che darà seguito al lavoro di Prima Cittadina di Spoleto, operando nel migliore dei modi per dare lustro alla nostra amata Città.
Ogni volta che ci ritroviamo insieme, in tutte le occasioni, trovo una rinnovata carica per me e per i miei collaboratori per impegnarci sempre di più nel nostro lavoro e nella sua riuscita. Pensavo che quanto si è dovuto superare lo scorso anno a seguito delle vicende che hanno colpito la nostra Città e la nostra Associazione, fossero ormai cose superate, ma invero, non avevo immaginato che le conseguenze sarebbero rimaste come una brutta eredità in questo Anno Accademico. Il lavoro svolto da tutto il C.D. ha superato il problema Aula Magna, con il temporaneo utilizzo della Sala Monterosso a Villa Redenta. Ma la sistemazione, ancor che sia onerosa, è solo temporanea, e quindi si sono approntate nuove soluzioni che dessero possibilità di un più ampio respiro alle nostre necessità. E’ così nata con la collaborazione dell’Archivio di Stato, la combinazione di una Sala da mettere a nostra disposizione per le lezioni ed eventuali altri eventi, con una compartecipazione alle spese occorrenti, per adeguare gli spazi, sufficienti ad ospitare almeno cento persone. Come vedete non è solo, anche se di massima importanza, il lavoro del calendario e dei contatti e la scelta degli argomenti, l’unico impegno che il C.D. e la nostra Direttrice devono affrontare, ma anche trovare una degna sede ove svolgere le proprie lezioni. Anche quest’anno abbiamo mantenuta ferma la quota d’iscrizione dimostrando che la gestione oculata ci ha permesso di raggiungere questo obiettivo. Tutto ciò, non per mettere in evidenza quanto si è fatto, ma per darvi la misura di quanti sono i problemi che devono trovare una soluzione, senza incidere in alcun modo sullo svolgimento della vita associativa e la qualità delle lezioni. Tra le altre cose stiamo cercando di poterci aggiudicare uno dei sette interessanti finanziamenti del bando della Regione Umbria, assegnati alla Provincia di Perugia, riguardante l’invecchiamento attivo. Ringrazio tutti gli intervenuti, Soci, relatori e simpatizzanti in quanto ritengo che la partecipazione a questo pranzo di Natale sia un momento diverso dal solito banchetto che si usa spesso per sottolineare alcuni momenti di festa o di partecipazione a vari eventi, ma sia veramente un momento per stringerci la mano e riconoscerci come partecipanti ad una Associazione con alti fini sociali, fra persone legate solo dal voler fare o di voler apprendere con puro spirito di volontariato gratuito. E’ per questi motivi che, a parte problemi personali o accadimenti che possono sempre capitare, l’essere presenti in queste occasioni la trovo una cosa che sugella la nostra appartenenza, amicizia e voglia di stare insieme. Termino evitando l’errore della scorso Natale che chiudevo i saluti dicendo Forza Unitre Spoleto e Forza Italia ma con voce orgogliosa dirò, solo, Forza Unitre Spoleto.
Buon Natale e felice Anno Nuovo.
Grazie

Powered by Drupal - Design by Artinet